L’europa nella nostra scuola

prosegue il progetto Erasmus+ con l’arrivo di docenti e studenti provenienti da Cipro, Finlandia e Repubblica Ceca

L’inglese è d’obbligo. Gli studenti arrivano da stati europei molti distanti tra loro, diversi in tutto: estensione, clima, cultura. Ma a vederli tutti insieme, gli studenti dell’Erasmus+ presenti a scuola in questi giorni, sono davvero molto vicini nel condividere il loro entusiasmo, la voglia di comunicare, il desiderio di sentirsi – ed essere – cittadini europei proiettati verso il futuro. Un progetto impegnativo per la nostra scuola, un’esperienza molto importante per alunni e docenti che saranno coinvolti dal 7 all’11 ottobre in un confronto a 360 gradi su una delle tematiche più rilevanti della nostra attualità: migranti e rifugiati.
I AM A REFUGEE, A MIGRANT-NOT A CRIMINAL” è il motto che accompagna il progetto “Passengers on the same bus
no place for discrimination, segregation and inequality”.

Il programma prevede momenti di lavoro comune e di scambio (in cui ciascuna scuola presenterà il proprio percoso ed il materiale prodotto), visite guidate in città e in alcune località di pregio della provincia, tempo libero per  instaurare relazioni personali. Il progetto, avviato dalla  dirigente  Giovanna De Giglio con il coordinamento della prof.ssa Maria Cacucciolo e la collaborazione della prof.ssa Daniela Tieri, prosegue quest’anno con il coordinamento della dirigente Alba Decataldo e della prof.ssa Anna Pietrarossa e vede impegnate le classi terza C (prof.ssa Amato) e terza F (prof.ssa Tieri). Oggi il programma ha avuto inizio in auditorium, con l’accoglienza del gruppo Erasmus+ da parte dei nostri studenti che, per l’occasione, si sono proposti in canzoni e danze. Poi vi è stato un primo avvio del lavoro comune. Il gruppo degli studenti stranieri ha poi potuto assaggiare le specialità preparate e offerte dagli alunni dell’Istituto Alberghiero “Perotti” e nel pomeriggio ha potuto fare un rapido tour della città con il trenino turistico. Da domani i lavori entreranno nel vivo con gli interventi sul tema e le presentazioni multimediali preparate dalle scuole coinvolte nel progetto. Per tutti, un ottimo trampolino per mettersi alla prova e misurarsi con una dimensione ampia e variegata, nell’ottica di una cittadinanza europea sempre più vicina.

la redazione

guarda il video con alcuni momenti della prima giornata del progetto (link ancora inattivo)

Lascia un commento